Fotografi 2.0. La top 5. #wearesocial 🌐

Di pari passo con la ritrovata e dilagante passione fotografica proliferano Nikon e Canon, manco fossero le macchine fotografiche che da bambino portavi all’occhio ed ad ogni scatto magicamente cambiava paesaggio, e piovono fotografi, armati del proprio i-phone o della propria reflex, pronti ad esprimere il proprio estro fotografico nella “Factory” Warholiana dell’era digitale, nella camera oscura del web 2.0, nel magico mondo dei filtri e  didascalie, insomma attraverso i social network d’ogni genere. Oggi siamo tutti fotografi, ma a quale categoria apparteniamo?

Seguono le 5 tipologie del fotografo 2.0:

  • Il selfiesta. In molti credono che le sue radici siano legate alla recente storia del web 2.0 e degli smartphone, e invece no! Il selfiesta gode di nobili natali, è frutto di una longeva quanto gloriosa tradizione, le sue origini derivano nientepopodimenochè dall’autoritratto Van Goghiano. Si, proprio quel signore, che ha fatto la storia del post-impressionismo, per primo ha scoperto il suo profilo migliore e ne ha fatto una miriade di ritratti con orecchio e senza. Ora che tutti sappiamo che il selfiesta è,  nel vero senso della parola, figlio d’arte, dovremmo prendere più sul serio il lavoro che c’è dietro l’artistico artificio del selfie. Dovremmo apprezzare la cura con cui i selfiesti ricercano l’angolazione perfetta per cogliere a pieno la profondità del loro plastico e mono-espressivo scatto.  Dovremmo ammirare di più la loro costanza di riproporsi nella stessa posa in giro per il mondo, senza che il paesaggio si veda, oppure alla festa di laurea della migliore amica, senza che la migliore amica si veda per citare giusto qualche esempio. Il selfie non rischia di diventare una patologia come insinuano quei millantatori invidiosi psicologi di tutto il mondo, il Seflitis non esiste, è la pratica più amata dalle generazione è un’arte ambita, oh! Eleggiamo reginetta del selfie, e del bustino stringi vita e gonfia sedere, la nostra adorata @KimKardashianLa milionaria ereditiera dell’avvocato del mansueto Orenthal James Simpson, in realtà è quindi erede anche di Sir Van Gogh, e a quest’ora i legali della buona Kris Jenner già saranno a lavoro, per asfaltare il MoMa e farsi ridare la Notte stellata.
  • II nudista. È l’utente irriverente, quello sessantottino, quello che fa di Facebook, Instagram e Twitter il proprio Woodstock personale, quello che siete voi i bigotti a sconvolgervi davanti una menna in fuori gioco o uno slip aderente zoomato oltremodo. Al fotografo nudista non importano le forme sinuose dei nudi di un Mapplethorpe. I suoi scatti hanno superato d’un pezzo la staticità del fotografo tradizionale, lui coglie l’essenza di se stesso e la pubblica come mamma l’ha fatta, senza giungere a compromessi. Cosa pensavate.. che dietro una foto al mare di una ragazza con uno triangolo 4x5cm  e una quarta rifatta ci fosse la Tiziana Cantone di turno che si complimenta con bravoh dopo lo scatto? Smettetela di fare i puritani. Il fotografo nudista esprime soltanto il suo io, se ne frega del buon costume, e per questo ne fa a meno. Se poi putacaso, il fotografo nudista è una escort è una coincidenza. Può capitare.  Credevate forse che quando nella vostra home, tra il post suicida dell’amica che è stata lasciata e la lasagna fotografata dell’amico che l’ha lasciata, vi capita la sagoma mezza ignuda del fotografo nudista, questo l’abbia fatto solo per mettersi in mostra? Sbagliate malpensati! Se fosse così ci mostrerebbero una Venere di Botticelli, e invece il più delle volte si tratta d’una grassoccia del Botinero. La loro è un’arte e loro pubblicano e si pubblicano a prescindere dal bello D’Annunziano, e ciò senza dubbio li scagiona. A questo giro la corona va alla sobria @MileyCirus, che con il dondolarsi in disabiliè sulla sua wreaking ball, è diventata il manifesto del fotografo nudista comune e irriverente.
  • L’Intellettuale. È il fotografo asceta alla continua ricerca della superficie bianca casalinga che deve fare da sfondo all’elemento da fotografare. Scelta che ricade il più delle volte sulla parte superiore della lavatrice e che garantisce un’aura mistico celestiale allo scatto. Esiste anche il fotografo intellettuale di seconda classe che s’avvale di Squaready per imbiancare il proprio sfondo, ma questo è un imitazione poco riuscita, come poco riuscito è l’aspirante e pretenzioso tentativo di scatto figo, e noi diffidiamo dalle imitazioni. Il fotografo intellettuale è la traduzione fotografica del poeta Twitteriano. Cumuli semantici appartengono allo scatto di una cipolla su superficie bianca, cumuli semantici più complessi della semplicità del surrealismo di Breton, cumuli semantici provenienti dalla diretta inspirazione Freudiana. Insomma quella cipolla su superficie bianca è un tutto metafisico estrinsecato dal linguaggio simbolico surrealista a limite del nascente dadaismo in un lucido, ma dialettico contesto emozionale, è chiaro. No. Non è chiaro. Non è chiaro per niente, e quella cipolla su superficie bianca, non significa una ceppa, e una cipolla innocente pronta per essere sminuzzata sul suo tagliere e per andare ad insaporire una buonissima insalata caprese. Per il fotografo intellettuale la corona è cumulativa. Incoroniamo tutti i White setting addicted, sono tutti dei fotografi così brillanti che sarebbe impossibile ed offensivo sceglierne uno solo.
  • Il Didascalista. Con il didascalista la fotografia è complementare ed interdipendente alla poesia. Lo scatto è inesorabilmente accompagnato da altisonanti estratti delle opere di grandi letterati e poeti di tutti i tempi. La particolarità di questo genere di fotografo è il contrasto. Ci riferiamo alle “foto -> in primo piano, 50ml di fondotinta color terra, smokey eyes dark+glitter, 40 minuti di parrucco e rigorosa duckface” + “didascalia -> ‘Semplicemente io’ “. La cosa più semplice di questa foto è il cip A7 con architettura a 64 bit dell’Iphone 5 con la quale viene scattata, e siamo ancora al didascalista basic. Il didascalista advanced è tutt’altra storia, è avanti in tutti i sensi. Armato delle migliori citazioni di Oscar Wilde, del tipo “l’esperienza è il tipo d’insegnante più difficile, prima ti fa l’esame poi ti da la lezione“, v’aggiunge il selfie con sguardo temprato dall’esperienza e dal risentimento, magari al mare, meglio d’inverno..et voilà, è fatta. In pochi istanti ecco alla mercè dei social il suo bagaglio di dure esperienze, che manco un veterano del ’15-’18. Basta la giusta foto e l’arte del didascalista a garantire un passato d’onoreficenze. Oltre che le citazioni dei grandi autori, il didascalista advanced s’avvale anche dei testi delle canzoni, ed è così che si decidono le hit di stagione. Per quest’estate va alla grande sotto la foto della prova costume Malika Ayane con l’estratto top “Tu non lo sai come vorrei ridurre tutto ad un giorno di sole..”. Se è vero che la politica non si decide in parlamento, ma ai tavoli del ristorante, così è anche vero che in estate che si decide il vincitore di Sanremo. Il prossimo è suo. Il connubio perfetto tra il didascalista basic e quello advanced è @AngelaNastiOfficial. Sì, la sorellina della Chiara che ha vinto la corona delle blogger qualche articolo fa, proprio lei. Angelina è una grande Wikipedia, scorrere tra le sue foto e un pò come passeggiare in una biblioteca o tra i testi delle canzoni in Angolo testi, le sa tutte ed ogni sua foto è imbastita a puntino. Chissà se poi un giorno ci regalerà oltre che il suo sapere e la sua duckface, anche un frasetta tutta sua sotto le foto.
  • Il Collezionista di bicchieri. Il collezionista di bicchieri è un fotografo 2.0 incompreso, ed è per questo che ora cercherò di fare un pò di luce su questa faccenda. Il più delle persone pensano che questo sia un alcolizzato, ma non è così. Come ogni fotografo predilige un soggetto o una prospettiva per i suoi scatti, così il collezionista di bicchieri predilige un elemento per la sua fotografia, per l’appunto, il bicchiere. Negli album del collezionista di bicchieri ci sono più calici che negli store di Kasanova prima degli sconti, potrebbero ambire ad importanti posizioni lavorative nelle operazioni di marketing pubblicitario del bicchiere, ma la loro è una passione e non si vendono al Dio denaro così facilmente. Il nostro collezionista durante le cene con gli amici è il primo a pubblicare la foto di gruppo dei suoi adorati bicchieri, pensate che rinuncia a qualsiasi forma di vanità, rinuncia a pubblicare se stesso e i suoi affetti, in nome dell’adorazione del bicchiere. Non fa alcuna discriminazione, fotografa calici, flûte, secchi, bicchieri della nutella, e lo fa  a prescindere dal contenuto. C’è chi fotografa fiori, e non vive in una serra; chi fotografa caffè ad oltranza, eppure dorme 12h di fila a notte; chi cibo, e magari è una donna che entra in una 38 striminzita. Il collezionista di bicchieri fotografa bicchieri, e per quanto ne sappiamo noi dentro potrebbe esserci anche dell’idromele, altro che alcolizzati. Se poi la foto del bicchiere è seguita da selfie del soggetto che appare strabico e strabico non è, con improbabili didascalie inneggianti al “Stsra faciano seratA Yueea”, beh sì forse ci siamo sbagliati .Scegliamo come valletto che alza la coppa per questa categoria lo stantman, giocatore di poker che s’è fatto da solo @DanBilzerian. In realtà Dan non fotografa solo bicchieri, ma anche bottiglie d’ogni genere, armi, jet privati, tette e culi, tette e culi armati sui jet privati, etc.. ma in qualità del miglior collezionista dell’eccesso, lo eleggiamo capo collezionista di bicchieri.

                                 #WeAreSocial

                                 #Tattattinski

Annunci

3 pensieri su “Fotografi 2.0. La top 5. #wearesocial 🌐

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...